P.T.O.F.

Il Piano dell’offerta formativa è disciplinato nell’art.3 del D.P.R. n.275 del 1999 (Regolamento sull’autonomia delle istituzioni scolastiche) e definito dal comma 14 della Legge n. 107 del 2015 che cita: “Ogni istituzione scolastica predispone, con la partecipazione di tutte le sue componenti, il piano triennale dell’offerta formativa, rivedibile annualmente. Il piano è il documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale e progettuale delle istituzioni scolastiche ed esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa e organizzativa che le singole scuole adottano nell’ambito della loro autonomia.”

Esso è strutturato su criteri di fattibilità, verificabilità e trasparenza in modo da consentire all’istituzione scolastica la massima apertura nei confronti delle famiglie e dell’intera comunità.

Il P.O.F., inoltre, è coerente con gli obiettivi generali ed educativi determinati a livello nazionale e locale, tiene conto delle esigenze del contesto sociale e nello stesso tempo prevede un’organizzazione della didattica che assicuri il successo formativo di ogni alunno.

Il Piano Triennale dell’Offerta Formativa garantisce la partecipazione degli organi collegiali alle decisioni al fine di garantire la corresponsabilità educativa.

La nuova offerta formativa così come delineata dalla legge 107 sarà integrata da iniziative di potenziamento e da attività progettuali per il raggiungimento degli obiettivi formativi.

Il Miur, con la nota n. 1830 del 6/10/2017, ha fornito degli orientamenti relativi alla revisione annuale del Piano Triennale dell’Offerta Formativa.

Nel corrente anno scolastico, l’aggiornamento del PTOF ha recepito le nuove disposizioni introdotte da alcuni dei decreti attuativi della suddetta legge, in particolare i decreti legislativi n. 60/2017, n. 62/2017 e n. 66/2017.

Gli aspetti del PTOF aggiornati sono:

  •  Il Piano di Miglioramento;
  • La programmazione delle attività di formazione destinate al personale docente e ATA;

L’implementazione del PTOF, inoltre, per le novità introdotte dai suddetti decreti, è avvenuto in relazione a:

  • Valutazione e certificazione delle competenze nel primo ciclo ed esami di Stato (D.lgs. n.62/2017);
  • Promozione dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità (D.lgs. n. 66/2017);
  • Norme sulla promozione della cultura umanistica, sulla valorizzazione del patrimonio e delle produzioni culturali e sul sostegno della creatività (D.lgs. n. 60/2017).

Il Collegio dei docenti, alla luce delle nuove disposizioni, ha approfondito la tematica della valutazione e modificato il PTOF in riferimento a:

  • Valutazione delle attività riconducibili a Cittadinanza e Costituzione.

Relativamente all’inclusione degli alunni con disabilità, il decreto legislativo n. 66/2017 prevede che nel PTOF sia inserito il Piano per l’inclusione.

Ricordiamo che il Piano “… definisce le modalità per l’utilizzo coordinato delle risorse, compreso il superamento delle barriere e l’individuazione dei facilitatori del contesto di riferimento nonché per progettare e programmare gli interventi di miglioramento della qualità dell’inclusione scolastica” (articolo 8).

Il Piano di inclusione è dunque finalizzato ad integrare in modo sistemico le scelte della scuola ed è legato alle risorse e alle competenze professionali del personale e alle possibili interazioni con il territorio, gli Enti Locali e le ASL.

In relazione al decreto sulla “promozione della cultura umanistica, sulla valorizzazione del patrimonio e delle produzioni culturali e sul sostegno della creatività”, la scuola ha potenziato e esplicitato nel PTOF le azioni relative alle attività previste dal decreto: attività teoriche e pratiche (anche laboratoriali), di studio, approfondimento, produzione, fruizione e scambio, in ambito artistico, musicale, teatrale, storico-artistico, demo-etno-antropologico.

La necessaria revisione è stata determinata su due versanti distinti ma strettamente correlati tra di loro:

  • L’utilizzo delle risorse umane: individuazione di figure professionali competenti;
  • L’offerta formativa non nella sua complessità, ma relativamente a quegli ambiti operativi che attengono alla realizzazione del curricolo e al raggiungimento degli obiettivi formativi prioritari che la scuola ha già individuato e che perseguirà con “iniziative di potenziamento” e “attività progettuali” (comma 7 della Legge 107), tenendo conto delle priorità, dei traguardi e degli obiettivi di processo individuati nel Rapporto di Auto valutazione e delle azioni identificate nel Piano di Miglioramento.

In relazione ai due ambiti sopra identificati, il processo di aggiornamento del PTOF si esplicita nelle seguenti sezioni:

  • Programmazione dell’Offerta Formativa triennale
  • Curricolo per competenze Scuola dell’Infanzia e Scuola Primaria
  • Azioni progettuali
  • Iniziative di potenziamento e attività progettuali per il raggiungimento degli obiettivi formativi
  • Scelte di gestione e organizzazione
  • Reti di scuole e collaborazioni esterne
  • Programmazione delle attività formative rivolte al personale docente e amministrativo, tecnico e ausiliare
  • Attività di formazione e di aggiornamento anche in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro
  • Valutazione
  • Valutazione del comportamento

clicca sul seguente link per scaricare il P.T.O.F

PTOF Scuola Paritaria Maria Schininà

 

Annunci